Biblioteca Anziani Cultura Giovani Famiglia

CENTRO DON BOSCO

Chi siamo

La Comunità di lingua italiana di Laives, fin dal 1870, era prevalentemente formata da trentini. Nel 1942 arrivò a Laives Don Luigi Simoni, un sacerdote trentino di lingua italiana attivo e intraprendente, che subito si occupò dei problemi inerenti alla pastorale religiosa della comunità. Il sacerdote tuttavia ebbe il merito di non occuparsi solamente della cura delle anime, ma di rivolgere la sua attenzione anche ai bisogni crescenti ed impellenti di quegli anni e che ogni giorno si presentavano. Il giovane sacerdote capì subito, senza trascurare gli altri, che il problema più impellente erano i giovani ed in modo determinato e particolare incominciò a raccoglierli attorno ad una baracca. Qui ebbero inizio tutte le attività, molte delle quali sono ancora attive sul territorio. Con il trascorrere degli anni, esse sono diventate punto di riferimento e di identità della Comunità di lingua italiana. Negli anni ’50 don Luigi riuscì a sistemare un altro insediamento, sempre in legno, in un altro territorio più ampio e precisamente sul terreno di proprietà della P.O.A. del tempo, oggi denominata O.D.A.R.. 

Quella casetta, detta don Bosco, dà il via ad un’attività oratoriale di considerevoli dimensioni. Intorno agli anni ’60, sempre in collaborazione con la O.D.A.R. di Bolzano, don Luigi realizzò una struttura di muratura dove altri spazi furono messi a disposizione per tutte le attività allora in atto. Negli anni ’70 emerge in particolare l’esigenza di occuparsi delle persone anziane; Tale attività prese piede e subito fu accolta sul territorio con grande soddisfazione. Gli spazi per queste attività ormai erano veramente stretti, poco confortevoli e del tutto inadeguati alla mole di iniziative allora in atto. Nell’autunno del 1975 la Comunità di lingua italiana elesse il suo Consiglio Pastorale Parrocchiale, autonomo ed indipendente. Questo gruppo di persone si fece carico del bisogno emergente e della difficoltà di operare per l’assoluta mancanza di spazio. Era urgente e necessario realizzare una struttura adeguata per la Comunità di lingua italiana, visto che il Pfarrheim era appena sufficiente per la Comunità di lingua tedesca. Il Consiglio Pastorale Parrocchiale, inaugura il 6 febbraio 1982 il primo lotto di una vera struttura che accogliesse, in un luogo decoroso, tutte le attività della Comunità di lingua italiana. Tale struttura fu denominata Centro don Bosco, di proprietà della Parrocchia. Subito però si presentò il problema della gestione. Per assolvere a questo scopo, il Consiglio Pastorale Parrocchiale, il 14 febbraio 1983, decise di costituire l’Associazione Centro don Bosco.

Da subito l’Associazione oltre a gestire al struttura, avviò moltissime attività che si articolarono in quattro settori: biblioteca, anziani, cultura, giovani e famiglia.